Illustrato il Piano di Azione Locale 2014-2020 all’Unione Rubicone e Mare

Illustrato il Piano di Azione Locale 2014-2020 all’Unione Rubicone e Mare

15417771_1574268815946935_410078581_o

Il Gal L’Altra Romagna ha presentato le proprie azioni inerenti la Programmazione 2014-2020 in un incontro dedicato all’Unione Rubicone e Mare costituita dai Comuni di Borghi, Cesenatico, Gambettola, Gatteo, Longiano, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone e Sogliano al Rubicone, presso la sede comunale di Savignano sul Rubicone, in data 7 dicembre.

In particolare, il Presidente Bruno Biserni e il Direttore Mauro Pazzaglia, hanno illustrato le opportunità e le azioni previste per gli Enti pubblici dal proprio Piano di Azione Locale.

Gli Enti pubblici rappresentano una parte molto importante di stakeholder potenziali beneficiari; nei loro confronti sono stati previsti quasi 4 milioni di € sui circa 10 milioni di  € assegnati al GAL da parte della Regione Emilia Romagna per l’attuazione della Strategia riguardante il territorio rurale di competenza, costituito da 25 Comuni (20 della Provincia di Forlì-Cesena e 5 della Provincia di Ravenna).

Presenti all’incontro:

Filippo Giovannini, Presidente dell’Unione e Sindaco di Savignano sul Rubicone

Roberto Sanulli, Vicepresidente dell’Unione e Sindaco di Gambettola

Ermes Battistini, Sindaco di Longiano

Margherita Campidelli, Segretario del Comune di Savignano sul Rubicone

Matteo Gozzoli, Sindaco di Cesenatico

Piero Mussoni, Sindaco di Borghi

Quintino Sabattini, Sindaco di Sogliano al Rubicone

Gianluca Vincenzi, Sindaco di Gatteo

Tale incontro rientra in una serie di appuntamenti fissati con tutte le Unioni dei Comuni del territorio di competenza.

Dopo aver incontrato, infatti, la Giunta dell’ Unione dei Comuni faentina il 3 novembre, il confronto con le Unioni è proseguito il 2 dicembre nell’incontro con la giunta dell’Unione dei Comuni della Valle del Savio, mentre nelle prossime settimane si definirà l’appuntamento con l’ Unione di Comuni della Romagna Forlivese.

L’Ufficio stampa

Gal L’Altra Romagna