Il Direttore Mauro Pazzaglia al talk show televisivo “Danni da fauna selvatica”

Il Direttore Mauro Pazzaglia al talk show televisivo “Danni da fauna selvatica”

foto-danni-da-fauna

Partecipazione importante per il Gal L’Altra Romagna, rappresentato dal Direttore Mauro Pazzaglia al talk show televisivo “Danni da fauna selvatica – Agricoltori, cacciatori, ambientalisti: come trovare un valido accordo per preservare agricoltura e territorio. Valorizzazione della carne di selvaggina” andato in programma domenica 27 novembre alle ore 9,30, presso la Fiera di Forlì nell’ambito della rassegna “Caccia & Country Fishing Expo”.

L’intervento del Direttore si intercala all’interno di una tematica particolarmente delicata riguardante non solo l’Appennino romagnolo e il territorio rurale di competenza del Gal, ma in generale gran parte delle aree agricole dell’Emilia Romagna.

“Il Gal L’Altra Romagna”, afferma il Direttore Pazzaglia, “intende attivare progetti pilota innovativi per la progettazione di filiere produttive volte alla valorizzazione enogastronomica del territorio e alla conservazione e tutela degli agro-ecosistemi locali, per scopi produttivi, ambientali e turistico-naturalistici.”

“Nell’ottica di salvaguardare, ripristinare e migliorare la biodiversità locale è necessario prevedere interventi di gestione della fauna selvatica presente nel territorio di nostra competenza, soprattutto in relazione ai rischi connessi all’alta densità di popolazione degli ungulati (caprioli, cervi, cinghiali, daini) nell’area dell’appennino romagnolo e all’esigenza di attivare azioni di difesa e tutela delle produzioni agricole locali e più in generale dell’intera biodiversità vegetale e animale”

“È però necessario considerare la fauna selvatica che ad oggi popola il territorio complessivamente anche come un’opportunità da gestire e valorizzare, in un approccio nuovo che non consideri tale risorsa unicamente come fattore problematico dell’area dell’appennino romagnolo” ha concluso il Direttore Pazzaglia.

Spazio anche alla valorizzazione delle carne di selvaggina, considerata un patrimonio naturale che può costituire un’opportunità per promuovere sistemi di economia locali competitiva nel settore agroalimentare e turistico locale, ponendo attenzione alla formazione dei cacciatori, alla comunicazione e alla trasformazione del prodotto fino alla sua valorizzazione gastronomica nel territorio.

Il dibattito è stato moderato da Sauro Angelini e ripreso dalle telecamere di Agrilinea con pubblicazione sul proprio circuito televisivo (piattaforma Sky, digitale terrestre e televisioni dell’Emilia Romagna).